Highway 69 Revisited - Il compleanno di Bob Dylan

Parafrasando una sua vecchia canzone, facciamo gli auguri a "His Bobness", Robert Allen Zimmerman, nato il 24 maggio 1941 a Duluth.Sì, lo sappiamo: a forza di ricorrenze varie, questo sta diventando un almanacco più che un blog musicale.
Peraltro, qualcuno penserà, pure con auguri a gente che "costeggia" i 70 anni e che probabilmente le cose migliori le potrebbe aver fatte prima dei fatidici anni '80 che rappresentano la soglia di attenzione "dichiarata" degli LSD.
Detto che siam persone cortesi e che a uno come Dylan gli auguri si devono fare anche solo per riconoscenza per quanto ha fatto nella musica moderna, c'è da sfatare il mito che gli ultimi trent'anni His Bobness non abbia realizzato album di valore e ve ne citiamo tre, giusto uno per decennio, tanto per gradire: "Oh Mercy" del 1989, "Time out of mind" del 1997 e "Love and theft" del 2001.
Come omaggio, ci aggiungiamo pure lo splendido "Mtv Unplugged" del 1995, uno dei migliori live di sempre di Dylan, con chicche come la rarissima "John Brown" e l'appena più nota ma fino a quel momento mai pubblicata "Dignity", risalente alle sessions di "Oh Mercy".
Per finire, ascoltare e vedere, ecco "Things have changed", canzone scritta dal Nostro inserita nel film "Wonder boys" e vincitrice sia dell'Oscar che del Golden Globe nel 2000.
Cosa si diceva del tizio che era anni che non scriveva cose interessanti?

Leggi tutto l'articolo