Ho bisogno di sentimenti (Alda Merini)

Non ho bisogno di denaro.
Ho bisogno di sentimenti, di parole, di parole scelte sapientemente, di fiori detti pensieri, di rose dette presenze, di sogni che abitino gli alberi, di canzoni che facciano danzare le statue, di stelle che mormorino all' orecchio degli amanti.
Ho bisogno di poesia,questa magia che brucia la pesantezza delle parole, che risveglia le emozioni e dà colori nuovi.
Il primo verso dice tutto: un grido di dolore dell’anima contro certi “peana” afferenti la vita esteriore, il dio denaro che sconquassa anche menti sopraffine, sensibili e che nega spazio ai sentimenti, vero motore della vita interiore e di tutto quel che la circonda nella realtà.
Mi torna in mente in quest’ultimo caso Shakespeare quando afferma "Siamo fatti della stessa sostanza di cui sono fattii sogni e la nostra piccola vita è cinta di sonno" (La Tempesta, Atto IV - Dialogo di Prospero con la figlia Miranda e con Ferdinando figlio di Alonzo, re di Napoli).
Riflettendo su quel che dice il drammaturg...

Leggi tutto l'articolo