House of Cards chiude i battenti: la decisione di Netflix dopo le polemiche su Kevin Spacey

Piovono critiche su Kevin Spacey dopo le accuse di molestia da parte dell'attore di Star Trek Anthony Rapp e del conseguenze messaggio, su Twitter, nel quale dichiara la sua omosessualità.
L'INDISCREZIONE CLAMOROSA - Una tempesta alla quale - secondo indiscrezioni - Netflix risponde mandano in pensione 'House of Cards': la sesta serie, attesa per il prossimo anno, sarà l'ultima. Una decisione quella del colosso della tv in streaming maturata nelle ultime ore, dopo la valanga caduta su Spacey, protagonista della serie in cui interpreta il presidente americano.
In una Hollywood travolta dalla scandalo di Harvey Weinstein, il caos Spacey solleva un nuovo polverone. Numerosi esponenti della comunità gay hollywoodiana ora si dicono delusi e arrabbiati per il modo con cui l'attore ha associato la comunità gay con comportamenti sbagliati e illeciti. «È tragico che ci sia voluta una accusa di molestie per finalmente dichiarare la sua omosessualità dopo decenni di silenzio - ha dichiarato l'at...

Leggi tutto l'articolo