I' TE VURRIA VASA'

                                                 Ah! che bell'aria fresca, ch'addore 'e malvarosa, e tu durmenno staje! ncopp'a sti ffronne 'e rosa.
'O sole a poco a poco pe stu ciardino sponte; 'O viente passa e vasa stu ricciulillo nfonte.
I' te vurria vasà...
ma 'o core nun m' 'o ddice 'e te scetà I' me vurria addurmì vicino 'o sciato tujo n'ora pur' i'.
Tu duorme oj Rosa mia? E duorme a suonno chino; mentr'io guardo ncantato stu musso curallino E chesti carne fresche, e chesti trezze nere, me mettono int' 'o core mille male penziere.
I' te vurria vasà...
Sento stu core tujo che sbatte comm' 'a ll'onne durmenno, angelo mio, chi sa tu a chi te suonne! 'A gelusia turmenta stu core mio malato; te suonne a me? Dimmello...
o pure suonne a n'ato? I' te vurria vasà...
TRADUZIONE: Ah che bell'aria fresca che odora di malvarosa, e tu stai dormendo sopra questi rami di rosa..il sole a poco a poco spunta in questo giardino ed il vento passa e bacia questo ricciolino sulla fronte..io ti vorrei baciare..ma il cuore non mi dice di svegliarti..io vorrei addormentarmi vicino al tuo respiro per un'ora.
Tu dormi oh rosa mia? E dormi questo sonno pienamente..mentre io guardo incantato questo viso..e queste carni giovani...queste trecce nere..e metto nel mio cuore mille pensieri cattivi...Io ti vorrei baciare ma sento il tuo cuore battere forte...angelo mio..chissa' chi stai sognando? La gelosia tormenta il mio cuore malato...sogni di me? Dimmelo..oppure sogni un'altro? Io ti vorrei baciare.....

Leggi tutto l'articolo