I BUONI SENTIMENTI

I BUONISENTIMENTIPensandoci bene: ma quanto ridicolaè l'iniziativa della Juve che compra una pagina sui tre quotidiani sportivi perconsolare Buffon e scongiurarlo, tra le righe, di non abbandonare -anche lui - la baracca? Non era sufficiente una bella bicchierata aTorino con discorsetto di Cobolli e un ritocco al contratto? No, ilcalcio a volte ha bisogno di esplicitare i suoi presunti buonisentimenti (a pagamento, naturalmente) per dimostrare che esistono.
Esiccome i buoni sentimenti del calcio vengono fuori una volta sìe duecento no, solitamente annegati tra sboronate e ampio ricorso alkitsch, nel vago ricordo di quello che dovrebbe anche essere uno sport,allora quando escono credi di essere su "Scherzi a parte", oppure non tene accorgi, oppure si ammantano di grottesco in automatico.PoveroBuffonino che non ha vinto il palloncino.
Dico, ma si può esserepiù scemi? Buffon è il miglior portiere del mondo, punto.Guadagna una barca di soldi (tanto da potersi permettere, nel recentepassato, di dilapidarli nel betting on line), punto.
Se ne faràuna ragione, così come si è fatto una ragione del giocareuna stagione in B, pur coccolato e pasciuto.
Buffon che vince ilMondiale e segue la Juve in B, Buffon che spera nel Pallone d'Oro einvece arriva secondo dietro uno scarpone alto di gamma: ce n'èabbastanza perchè la figura di Buffon ne esca moralmentevincitrice senza bisogno di comprarsi tre pagine di giornale e buttaregiù tre righe buoniste e ruffiane.
Stava meglio prima, Buffon,secondo me.
'Sta paginetta lo fa apparire un piangina.
Beldispetto.Il calcio non è più abituato aisentimenti.
Tanto che, quando ci si butta dentro, prende delle culateclamorose.
Roma-Catania, per dire.
Il Catania in dieci gioca una partitasconsiderata e ne prende sette.
E si offende, uh! Ci si dovevafermare! Spalletti non doveva salutare! Ma chi è statopiù sportivo, la Roma o il Catania? Saranno cazzate, ma tra gentedi sport, che gioca in serie A sul più idolatrato palcoscenicodel mondo, regna l'ignoranza più assoluta.
Chi è statopiù sportivo, la Roma o il Catania? Al Catania hanno rispostotutti sbagliando, a cominciare dai dirigenti per finire ai giocatori,che avevano il broncio già a mezz'ora dalla fine.Capisco cheè molto più semplice parlare del ritorno di Sheva o delladestinazione di Adriano, anche a livello di titolazione in prima concaratteri alti così, ma non sarebbe male che la Gazza, peresempio, occupasse qualche taglio di pagina per fare un'inchiesta delgenere: gli sportivi (intesi come professione) sono sportivi [...]

Leggi tutto l'articolo