I CAFFE' DI MARTA

      Le 18,25....Marta era in tremendo ritardo, stavolta..
Da circa mezz'ora l'attendeva al Bar dell'Angolo il suo ennesimo "caffè": alias,  un uomo conosciuto in chat, di cui sapeva poco o nulla...!!!! Non era mai stata in ritardo su nulla:  tra amici e parenti era nota, anzi, per la sua puntualità svizzera....
Probabilmente, poco le importava di giungere in tempo a quell'appuntamento, e mai l'avrebbe ammesso a se stessa!!! Da un po' di tempo era sola, divisa tra impegni professionali e una figlia che le dava da pensare.
Sola...
libera...
ASTEMIA!! Non si concedeva mai un Aperol Spritz, e, per dirla tutta, manco sapeva cosa contenesse quell'aperitivo tanto in voga!!! Così, non poteva che assumere caffeina, in cambio di sorrisi più o meno finti, qualche parola gentile e tentativi più o meno celati di corteggiamento.
Ma ne usciva quasi sempre schizzata e con una domanda che le frullava per la testa: avrebbe mai potuto paragonare tutti quegli uomini ai caffè che le avevano offerto? Avrebbe mai potuto differenziarli a seconda del loro gusto, umore, personalità? Uomo Dolce: contingente alla melassa...
Uomo Amaro: da rasentare il baratro...
Uomo Decaffeinato: senza un carattere ben definito.....
Uomo Espresso: diretto allo scopo, senza peli sulla lingua!!!...
  E poi ancora, l'Uomo in Vetro, moderno e trasparente, perfino nei suoi difetti; l'Uomo Corretto, fintamente galante e subdolo fino all'inverosimile...
  Ma quel che la eccitava di più era sicuramente l'Uomo Macchiato: l'apoteosi, l'estasi, con quel retrogusto dolce e amaro, spolverato di mistero e cacao...
  Si rese conto che stava impazzendo: in fondo non era un incontro che andava cercando, ma l'INCONTRO, quello che le avrebbe cambiato la vita, facendola ricredere sulla spavalderia di certi galli cedroni, per apprezzare invece la sottile complessità degli Uomini, del loro mondo semplice e fragile, perduto senza una dolce metà accanto...
  Stava cercando, in fondo, il buon profumo di una Moka, preparata al suo risveglio da un compagno amorevole, senza fronzoli e accorgimenti forzati...Un uomo che sapesse comprenderla al volo, empaticamente complice: che autonomamente intuisse, senza averlo suggerito, che per renderle più dolce il mattino......il latte schiumato caldo si aggiunge al caffè DOPOOOOOOO,  E NON PRIMAAA!!!!

Leggi tutto l'articolo