I Domenica di Quaresima (C) Fino al momento fissato

I domenica di Quaresima
Dt 26,4-10; Sal 91 (90); Rm 10,8-13; Lc 4,1-13
Fino al momento fissato
Luca (a differenza di Matteo 1,1-17) inserisce la genealogia di Gesù tra il battesimo al Giordano e le tentazioni nel deserto (Lc 3,23-38). In lui il succedersi delle generazioni è ascendente: si inizia con Gesù figlio di Giuseppe e si termina con «Adamo, figlio di Dio». In questa lunga catena quanto davvero importa sono i due anelli posti agli estremi, entrambi contraddistinti dalla figliolanza divina. Quando Gesù, ricevuto il battesimo stava in preghiera, venne una voce dal cielo che disse: «Tu sei il Figlio mio, l'amato: in te ho posto il mio compiacimento» (Lc 3, 22). Le tentazioni avrebbero trovato il proprio culmine su questa sponda. In esse Gesù si misura in maniera eminente con quanto è condiviso da ogni persona umana. Il richiamo ad Adamo è lì ad indicarlo.
In Luca le tentazioni hanno una successione diversa che in Matteo (4,1-11): l'ultima è rappresentata non dal dominio sui regni d...

Leggi tutto l'articolo