I NUCLEI ARTIFICIERI

Piada scrive:Gli artificieri antisabotaggio ed ordinari provvedono alla bonifica di ambienti, al disinnesco, alla rimozione ed alla distruzione di ordigni esplosivi.
Operano individualmente, o in squadre, dotati di sofisticate apparecchiature; sono periodicamente aggiornati sulle più moderne tecniche d’intervento.La formazione e il costante addestramento sono gli elementi essenziali per questi specialisti la cui selezione avviene, oltre che sulla base delle predisposizioni individuali, soprattutto considerando l'equilibrio psico-fisico.
Questo genere di intervento è richiesto infatti soltanto in situazioni di particolare rischio per la collettività e quando - in presenza di fatti criminali di elevata gravità e urgenza - non vi è alcuna possibilità di riuscita di un altro tipo di azione.
La completa padronanza e conoscenza della situazione, la perfetta sintonia con gli altri operatori coinvolti, oltre che l'assoluto controllo della scena e dei personaggi che in essa si muovono, costituiscono elementi essenziali per l'azione del tiratore.Dal 1976 la Polizia di Stato si avvale di un proprio organico di artificieri antisabotaggio ai quali è affidato il compito di:disattivare e neutralizzare gli ordigni esplosivi di circostanza, nonché di intervenire a seguito di avvenuta esplosione, per il rilevamento di tracce ed ogni altro elemento utile alla ricostruzione dei fatti ed alle indagini di polizia giudiziaria;riconoscere, neutralizzare e/o porre in atto tutte le misure di sicurezza in caso di ritrovamento di ordigni esplosivi regolamentari e pirotecnici;concorrere nelle attività di polizia giudiziaria e amministrativa, in ausilio ai reparti investigativi, per prevenire e reprimere reati commessi con armi, munizioni e materiale esplodente;concorrere nelle attività di prevenzione (visite di personalità, manifestazioni di carattere nazionale ed internazionale) e di ordine pubblico connesse con la specializzazione;istruire il personale della Polizia di Stato alla prevenzione ed autotutela nell'ambito dei programmi di aggiornamento professionale disposti dal Dipartimento, in caso di segnalazione o rinvenimento di ordigno esplosivo di circostanza o regolamentare, nonché alle misure di o.p.
da porre in essere in tali casi;verificare e/o distruggere materiale esplodente.Si avvalgono di costose e sofisticate attrezzature che costituiscono la dotazione dei pari specialisti di altri paesi europei, con i quali è mantenuto un continuo scambio di informazioni e tecniche di intervento; da alcuni anni, infatti, anche gli [...]

Leggi tutto l'articolo