I Negrita, ripartiamo dopo la crisi

Nella scaletta di 'Desert Yacht Club', dal nome di una vera e propria 'isola creativa' allestita da un amico italiano nel deserto californiano (una sorta di resort in stile 'on the road' ad un'oretta di strada da Los Angeles, tra case mobili e una barca ormeggiata nella sabbia), i Negrita hanno messo undici pezzi, da 'Siamo ancora qua' fino a 'Aspettando l'alba', dove parlare di confronto generazionale con la nuova musica che avanza, crescita personale e uno sguardo al futuro ("anche se per darci carica preferiamo pensare alla passione che ci ha fatto cominciare, piuttosto che a quello che saremo tra altri dieci anni", dicono loro).

Leggi tutto l'articolo