I PROTOCOLLI DEI SAVI DI SION

(X)I PROTOCOLLI DEI SAVI DI SIONI "Protocolli dei Savi di Sion" sono un libro antisemita, scritto dalla polizia segreta zarista all'inizio del '900, che descrive un fantomatico piano segreto degli Ebrei per conquistare e controllare il mondo attraverso finanza, massoneria e media.
Venne spacciato per un verbale di una riunione svoltasi tra i capi ell'ebraismo mondiale, i Savi di Sion per l'appunto.
Ovviamente la riunione non ebbe mai luogo e l'ebraismo mondiale non aveva e non ha capi che lo guidino verso chissà quale obiettivo. Il testo comparve per la prima volta in una pubblicazione delle "Centurie nere" - un gruppo della destra ultranazionalista vicino alla polizia segreta russa - nel 1903, anno in cui questa collezione di plagi, unita ad altri testi antisemiti, servì a giustificare le disfatte dell'impero russo, utilizzando gli Ebrei come capro espiatorio.  Negli anni successivi i "Protocolli dei Savi di Sion" furono la risposta alle isterie del popolo russo, preoccupa...

Leggi tutto l'articolo