I Personaggi storici che rivivono nell'atrio della Mai

Il nobile atrio d'ingresso della Biblioteca, progettato dall'architetto veneto Vincenzo Scamozzi (1552-1616), misura metri 15x10 ed è coronato da varie opere scultoree e lapidi commemorative : Leggìo :  denominato "Colonna Camozzi", scolpito a forma di albero di quercia; sul tronco, la data "1849" ricorda i bergamaschi accorsi in aiuto dei bresciani durante le Dieci Giornate, 23 marzo-1 aprile.
Sul piano inclinato, gli stemmi di Bergamo e Brescia.
Dedicato ai fratelli Camozzi, conti e patrioti: - Giovanni Battista (1818-1906), storico, primo sindaco di Bergamo, 1860-1870, e senatore del Regno.
-Gabriele (1823-1869), che profuse le sue ricchezze nell'arruolare volontari garibaldini.
Serie di 3 lapidi marmoree (secc.
XIX-XX) sulle vicende riguardanti la Biblioteca : 1)  Epigrafe a memoria di Guiscardo Lanzi (Bergamo ?-1352), podestà di Milano, Genova, Brescia, Cremona, Piacenza, consigliere dell'arcivescovo Giovanni Visconti.
L'iscrizione sepolcrale è "forse il primo od un de' primi saggi della lingua volgare in Bergamo" (A.Mazzi).
2)  Lapide alla memoria di Bernardo Tasso (come il medaglione seguente).
3)  Lapide ricordo di Giacomo Costantino Beltrami (1779-1855), esploratore.
Partecipò alla rivoluzione di Bergamo del 1797 e ricoprì incarichi nell'amministrazione napoleonica.
Partì poi per l'America dove pubblicò il resoconto del suo viaggio europeo e scoprì le sorgenti del Mississipi (28-8-1823).
Due monumenti funerari : 1)  ai nobili fratelli bergamaschi Corsino : - Giovanni Battista, Cavaliere di Santo Stefano, fu insignito dal Duca di Toscana del comando navale; - Francesco, Cavaliere Gerosolimitano, combatté numerose battaglie navali contro i Turchi Ottomani; morì nel 1584 a ventinove anni.
2)  ai nobili fratelli bergamaschi Agosti : - Giovanni Battista, comandante delle truppe venete; combattendo in Dalmazia, morì nel 1652 all'età di 33 anni; - Luca, combatté i Turchi Ottomani; gravemente ferito a Creta nel 1648, ritornò in battaglia; morì nel 1650.
Serie di 12 busti : 1)  Busto di Giovanni Battista Rubini (1794-1854) fu uno dei più apprezzati tenori dell'epoca; trionfali i suoi concerti europei in collaborazione con Franz Liszt.
2)  Busto di Giovanni Zuccala (1788 - 1836), poeta, letterato; docente della Facoltà di Lettere e Filosofia per l'insegnamento di estetica (1820-28), di storia universale e degli stati austriaci, di Germania e d'Italia (1822-36), di filologia e letteratura classica latina nell'Università di Pavia.
3)  Busto di Paolina Secco Suardo Grismondi (1746-1801) [...]

Leggi tutto l'articolo