I SOCIAL SONO IL TERRORE DEL POTERE

 In questi giorni fa notizia, ma nemmeno tanto, lo scandalo facebook: milioni di utenti del social sarebbero stati "spiati" dalla società di analisi Cambridge Analytica legata all'ex consigliere di Trump, Steve Bannon, attraverso i dati personali forniti al momento dell'iscrizione e successivamente condizionati nelle proprie scelte politiche mediante una serie di notizie accuratamente manipolate e diffuse sullo stesso social per far breccia sulla loro personalità affinché votassero in un "certo" modo.
Ciò sarebbe successo negli USA con l'elezione di Trump e in Gran Bretagna per la brexit.Da qui le scuse ufficiali del fondatore di Facebook Mark Zucherberg, in lungo post apparso sulla propria pagina social.
Ma anche l'indignazione di quanti, proprio in relazione a questa vicenda, vorrebbero che i social venissero chiusi o quanto meno limitati, perché ritenuti pericolosi per la tenuta democratica di una nazione.Una scusa, quest'ultima, che definire puerile è un eufemismo visto c...

Leggi tutto l'articolo