I VOUCHER E IL MODELLO SOCIALE CHE RAPPRESENTANO

Esattamente un anno fa avevamo scritto che l’esplosione dei voucher rappresentava il compimento di una mutazione dei rapporti e delle forme di lavoro.
Avviata con la teorizzazione della flessibilità e culminata con la realizzazione della precarietà.
Una precarietà totale e permanente del lavoro in tutti i settori.La richiesta di referendum per abolire il fenomeno tutto italiano di una legge nata per combattere il lavoro nero e diventata il veicolo principale per farlo lievitare, intendeva porre fine a questa mutazione della natura stessa del lavoro.La Cgil ha fatto questa scelta un anno fa ed adesso la data del referendum è stata finalmente fissata.Ma proprio adesso, paradosso ma non troppo, sul Corriere della Sera di ieri Dario Di Vico rivolge l’accusa di ideologismo alla «Cgil di Camusso».
Perché? L’autore aveva percepito negli ultimi tempi che mondo dell’impresa e mondo del lavoro si erano collocati dalla stessa parte della barricata contro il capitale finanziario e vede, quindi, ne...

Leggi tutto l'articolo