I benefici per l'amianto tra norme di sanatoria e giurisprudenza

Michele Miscione (Professore Ordinario nell'Università di Trieste)
email: studiomiscione@felsinalavoro.it
[31] Sui requisiti della cessazione della materia del contendere, si rinvia a per tutte, a Cass. 8 settembre 1997 n. 8698, 27 gennaio 1998 n. 801, 27 aprile 2000 n. 5390, Cass., Sez. Un., 28 settembre 2000 n. 1048, Cass., Sez. Un., 10 luglio 2001 n. 9332.
***°°°***
 
Il Giudice a scioglimento della riserva che precede;
letti gli atti ed esaminati i documenti della causa;
osserva in fatto e diritto:
1. Il ricorrente ha lavorato alle dipendenze della Eridania SPA presso lo zuccherificio in località di Russi (RA) in qualità di operaio manutentore ed addetto al controllo impianto dal 28.1.1963 al 28.02.1991; è andato in pensione di anzianità con decorrenza dall’1.3.1991, prima dell’entrata in vigore della legge  257/1992. In data 28.10.2002 ha ricevuto dall’INAIL l’attestazione positiva di esposizione all’amianto ai sensi della legge 257/92 essendo stata riconosciuta come provata la su...

Leggi tutto l'articolo