I cattivi frutti prodotti dai talebani dell'accoglienza

C'è un versetto del Vangelo che recita: "Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi con manto da pecora, ma dentro sono lupi rapaci. Li riconoscerete dai loro frutti". E quali sono stati i frutti prodotti dai talebani dell'accoglienza, quelli in stile Boldrini, Grasso, Bonino, Saviano, Bergoglio, tanto per menzionare qualche nome illustre?
Gli esempi sono tanti. Basta citarne qualcuno. Sono le cooperative rosse che con i migranti fanno più soldi che con la droga. Sono i mafiosi che utilizzano gli stranieri per le loro attività illecite: vendita delle droga, sfruttamento della prostituzione, commercio dei prodotti taroccati. Attività che impinguano ancor di più i forzieri delle cosche.
Sono i seicentomila clandestini che dormono per strada, pisciano sui muri, elemosinano fuori alle chiese, molestano le ragazze. Sono i criminali algerini, tunisini, marocchini, senegalesi che hanno abbandonato i loro Paesi per delinquere in Italia. Sono i terroristi islamici che arrivano da noi con ...

Leggi tutto l'articolo