I cattolici in politica

Ai numerosi lettori di FC: cerchiamo, allorquando parliamo di impegno dei cattolici nella politica, di guardare più alle travi dello schieramento a noi vicino piuttosto che alle pagliuzze di quello avversario. E' questo il contenuto di uno dei numerosi post inviati quotidianamente alla rivista Famiglia Cristiana nel tentativo, fino a questo momento rivelatosi vano, di cercare una posizione comune fra i credenti sullo spinoso tema dell'impegno dei cattolici nella politica.Purtroppo i commenti dei cattolici di centrodestra sono ispirati sempre allo stesso canovaccio: è vero che il Cavaliere ha dei comportamenti a volte un poco bizzarri ma come si fa a votare per lo schieramento avversario, responsabile di leggi aberranti come quelle su aborto, divorzio e eutanasia?E' chiaro che su queste basi ogni discussione è inutile.
Servirebbe una chiara presa di posizione da parte della gerarchia ecclesiastica che peraltro, dopo la chiara ed evidente opzione di Benedetto XVI a favore del centrodestra non ci sarà mai.
A meno che Francesco non faccia il miracolo.

Leggi tutto l'articolo