I cavalieri erranti

Il Maggio in Asta I cavalieri erranti - Luca Sillari Un bellissimo Maggio domenica, carico di novità! Le scenografie curate nei dettagli, la gestualità come sempre protagonista, hanno fatto del Maggio di domenica un esperimento proprio riuscito! Astolfo si prepara ad andare sulla luna in sella ad una bicicletta che per l'occasione è sata allestita con piume e penne, un grifone moderno! e nell'ampolla del senno d'Orlando del buon lambrusco! Cosa dire poi del coccodrillo che vive nella foresta e apre e chiude la bocca grazie ad una mano che tira una corda, mostrando il sorriso di un maggerino nascosto nella lamiera? Un Maggio carico di novità anche nei personaggi; Ombra..
quella che oscura il bene nel cuore, attraverso la paura e il rifiuto di sè..
Alla fine, anche se nel Maggio è sempre il bene che vince, Ombra viene sconfitta sì da Astilio, ma non muore, resta nel potenziale un nemico da temere, da cercare per non lasciare che si insinui nelle nostre menti! E a chiusura un'ottava carica di impeto promozionale, per una vallata che opsita il Canto del Maggio da tempo remoto, una vallata che ancora è costruita sulla semplicità delle tradizioni, in un dualismo perfetto tra uomo e risorse naturali, ancora primarie per la sopravvivenza; e di sopravvivenza si parla, in un luogo dove l'esate viene salutata come un dono, anche attraverso queste tradizioni che restano, un antidoto contro l'aridità dell'inverno che frena tutto lasciando l'uomo solo con l'uomo.
199 Se salirai quassù un chiar mattino Rorido di rugida al primo albore Dove regna l'abete il faggio e il pino  

Leggi tutto l'articolo