I grandi vini di Borgogna: Nuits St. Georges e Gevrey Chambertin

Che vini i pinot noirs della Nuits St. Georges e di Gevrey Chambertin! Complessi, longevi!
Ho avuto la fortuna e il piacere di degustarli nell'ultima lezione del master sulla Borgogna tenuto da GrandiBottiglie nella serata di ieri e ne sono rimasto folgorato.
Il programma prevedeva l'assaggio di tre vini provenienti dalla zona di Nuits St. Georges (un "Village" e due "Premiere Cru") e quattro di Gevrey Chambertin (un "Village", un "Premiere Cru" e due "Grand Cru").
I vini della Nuits St. Georges risentono fortemente della collocazione in cui si trova la vigna da cui derivano: se nella zona nord il terroir composto da grandi blocchi calcarei genera vini eleganti e fini, che finiscono per assomigliare a quelli del limitrofo Vosne Romanee, a sud il terreno è composto in prevalenza da argille scure, seppur con una piccola percentuale di calcare sbriciolato. Il risultato è rappresentato da vini più scuri, "terrosi" e muscolari, molto persistenti.
I vini di Gevrey Chambertin discendono d...

Leggi tutto l'articolo