I guai non finiscono mai:Riepilogo del testo presentato dal ministro Balduzzi ieri sera alle Regioni . In sintesi i principali punti :

Carissimi, poi non facciamo come l’art.
59ter della CONVENZIONE FIRMATA DA ……..
TUTTI NEL 2009, Ma forse avevate dimenticato o non avete mai saputo che in “ottemperanza a quanto previsto negli ACN vigenti con i medici convenzionati con il SSN, siglati il 27 maggio 2009, sarebbe arrivata l’ora di INVIARE AL SAC le ricette........( già operativa e a regime) a breve la ricetta elettronica ecc EBBENE ADESSO SIAMO ANCORA IN TEMPO SE I NOSTRI VERTICI SINDACALI NAZIONALI REGIONALI E PROVINCIALI SI METTESSERO D’ACCORDO PER MODIFICARE IL CONTENUTO DEL TESTO CHE IL MINISTRO BALDUZZI PER CONCLUDERE? CI STA PREPARANDO.
Questa volta ve lo anticipo a tutti, e lo porterò a giorni al CONGRESSO NAZIONALE SNAMI A TIVOLI, NON SO QUANTO IL MIO GRIDO D’ALLARME SARA’ ASCOLTATO, MA SPERO CHE ALTRE VOCI PIU’ FORTI DELLA MIA FACCIANO LA LORO PARTE.
Saranno le singole Regioni ad organizzare le AFT territoriali e le unità complesse -L’assistenza primaria potrà essere esercitata dai medici di medicina Generale e dal personale medico dipendente delle Aziende.-Scompaiono gli articoli E ed F della 502 e quindi tutte le forme associative (rete gruppo ecc) con le relative indennità economiche.-Entro 180 giorni dall’entrata in vigore della legge, si procederà all’adeguamento al decreto delle convenzioni nazionali ed entro i successivi 90 giorni dovranno poi essere emanati i decreti attuativi regionali-L’adeguamento delle convenzioni sarà limitato agli aspetti normativi nessun onere aggiuntivo.-Decorsi questi termini servirà poi un decreto attuativo del Ministro della Salute, di concerto con quello dell’Economia, sentita la conferenza delle Regioni e i sindacati maggiormente rappresentativi per adeguare le convenzioni alle nuove misure in termini di ruolo unico del medico di medicina generale-Possibilità per le Regioni di impiegare anche personale dipendente presso le nuove strutture multi professionali.
-Possibilità per le aziende sanitarie di stipulare accordi per l’erogazione di specifiche attività assistenziali per i pazienti cronici.Adesione obbligatoria dei medici ai sistemi informatici Regionali e Nazionali ovvero all’art.
50 e successive modificazioni Le Convenzioni Nazionali definiranno solo gli standard delle prestazioni demandando alle singole Regioni attraverso gli Accordi integrativi Regionali la definizione degli indicatori dei percorsi attuativi    

Leggi tutto l'articolo