I miei vinili: Alice Cooper

LACE AND WHISKEY - 1977       E' uno dei personaggi più assurdi della storia del rock; ha portato l'immaginario horror nella musica e giocato con ogni tipo di travestimento ispirando tutti.
E Alice Cooper può fare quello che vuole, è arrivato al 10^ album di una carriera assurda e decide di divertirsi.
Il punto di partenza è sempre l'idea teatrale del rock anni '70, il gusto dello spettacolo e la trasfigurazione della rock star in un personaggio.
E Alice Cooper ha già fatto tutto: è stato un vampiro all'inferno e l'elegantissimo protagonista di un incubo in smocking.
Adesso, nel 1977, decide di rendere omaggio a una delle sue altre passioni, cioè al palco e stupisce tutti inventandosi un nuovo personaggio: Maurice Escargot.
Ma chi è Maurice Escargot? E' una specie di ispettore Clouseau alcolizzato, appassionato di musica degl anni '40 e '50 ed è con questo travestimento geniale che Alice Cooper si presenta sul retro di copertina di Lace and Whiskey.
"Gli hippie volevano pace e amore, noi volevamo una Ferrari, una donna ed un coltello", è la frase definitiva di Alice Cooper che racconta tutto quello che c'è da sapere sul padre dello 'shock rock', fonte d'ispirazione per tutta la scena metal americana degli anni '80.
Quando si deve essere divertito indossare i panni di Maurice Escargot? Beh, sicuramente parecchio a giudicare dalla confusione di stili che riesce a infilare nella scaletta di Lace and Whiskey.
E' il 1977, in America va fortissimo la disco music e Alice Cooper decide di buttarsi anche lui nella mischia con un pezzo di rock-disco, una parodia travolgente intitolata "No more love at your convenience" e allora, ecco Maurice Escargot in piena forma...
Il personaggio più inquietante del rock anni '70 tutto coltelli , sangue finto e serpenti veri portati a mo' di sciarpa ottiene uno dei suoi più grandi successi in America con una ballad ultra-romantica , succede anche questo nel mondo di Alice Cooper che ha, ovviamente, dato la definizione anche a questo suo nuovo genere musicale, chiamandolo 'heavy metal housewifes rock', cioè, heavy metal per casalinghe raggungendo il culmine di questa sua definizione con "You and me" , un pezzo bellissimo in cui Alice Cooper si vuole togliere qualche soddisfazione, in quanto, all'epoca, bersagliato dai critici i quali sostenevano che era bravo a fare spettacolo, meno, invece, in fatto di qualità musicale; la sua reazione a queste affermazioni fu la composizione di questa ballad.
 

Leggi tutto l'articolo