I poeti

I poeti scrivono di notte ...
quando tutto tace e lo spirito inquieto fatica a trovar pace Mille voci insidiano la mente e le parole si ripetono continuamente Sono sempre le stesse come una litania come una preghiera dell'anima pia Eppure a volte si aprono un sentiero riuscendo discernere il falso dal vero Rispondono ai dubbi e alle incertezze sciogliendo i nodi delle amarezze E i pensieri rivelano inconsciamente  il proprio credo verso l'onnipotente E ciò che si scrive lo si può anche interpretare Come un nuovo salmo da predicare Laura ******** Perchè La fede Tra il sacro e il profano Il vile e l'ardito Avanza inesorabile Ignorando persino chi gli punta il dito   Non la puoi toccare Non la puoi vedere la puoi solo inalare E da essa lasciarti gratificare Poichè tutto dall'aria ha ereditato Necessaria e vitale oggi come nel passato  

Leggi tutto l'articolo