I ponti di Madison County

18 Luglio 2015                               ...
questo tipo di amore, fa tremare la terra e l'universo.
E' ciò che è, che deve essere, che va oltre noi.
Il sacrificio per nobili impegni non è paragonabile a questo tipo di amore.
Mi terrorizza il solo pensiero di non poter vivere un amore così una volta trovato.
"Fate quello che dovete fare e siate felici".
Se essere felice significa stare con lui, con tutti i suoi casini, i suoi difetti e problemi, significherà che avrò speso bene la mia vita.
Se saperlo senza me mi portarà allo scoprire che è felice e appagato, che non gli manca nulla e che non va a cercare punti fermi, certezze, allora varrà la pena rinunciarci.
Però in cuor mio ho la certezza che nulla di ciò io abbia scritto corrisponde al vero, pertanto mi distrugge il pensiero di perdere la persona più meravigliosa al mondo per una gabbia dorata fatta di noia.
Mi fa orrore saper di sprecare la mia vita con altri, perchè la certezza l'ho trovata in luia cui non voglio rinunciare.
La fortuna di questa certezza non capita più volte nella vita e la cosa che fa stare peggio è che sprecare la mia vita dietro ad altri mi porterà nel detestarlo e nel detestare me.
Un gesto, una decisione folle sono la risposta a ciò che è meglio per lui.
Io starò ferma al mio posto, ma non posso e non voglio soffocare ciò che provo.
Non smetto un attimo di ricordare, perchè non si può fare finta di niente.
Nonostante tutto è amore e questo non lo può cancellare.
E meno male che non ha questo potere.
Ho pianto come una fontana quando ho visto la scena dove lei riceve dall'avvocato gli oggetti personali di lui.
E' un peccato mortale sprecare il vero amore per un qualcosa di già finito.
E' finito da tanto tempo e c'è nulla da fare.
E' finito.
Non sono gli anni, il tempo temporale a mantenere insieme le persone, sono gli affetti e i bei ricordi, le condivisioni e le giornate liete.
Quello si deve salvaguardare e non un "Dopo tanti anni non posso".
Dopo tanti anni si DEVI perchè non si vive e non si fa vivere.
Sil.

Leggi tutto l'articolo