I put a spell on you

Con tutto l'amore che ho Non ti ho mai detto che ti amo vero? Tu dici che l'amore lo conosci, io forse inizio adesso.
Con te.
E' difficile per un uomo che non ha mai sentito il rumore della solitudine, che ha goduto dei corpi ignorando quello che supplicava l'anima.  Una birra, una partita di calciotto e una donna scelta con il rigore con cui scelgo il colore della cravatta.
Un cassetto di cravatte, nel cassetto il ricordo di tante donne.
Si adatta perfettamente, ne ho una scelta per il matrimonio del mio migliore amico , un clichè lo so, quella stravagante come una pazzia e una fatta fare  con l'illusione di averla solo io, non ultima quella tra il grigio e il blu scuro che ho ammirato nella vetrina per settimane, ma la vanità non è solo prerogativa femminile.
Così ho scelto sempre le mie donne, non ne sono fiero, ma non mi nascondo.
Poi sei arrivata tu.
Tu che "i fiori stanno bene nella terra", tu che  le candele  ti ricordano che è aumentata anche l'energia elettrica, tu che non ti ricordi dove hai parcheggiato e piangi per l'ennesima fatica e nessuno da chiamare perchè ti salvi.
Tu che hai già progettato la tua vita dopo i Maya e ridi ogni volta che aggiungi un particolare.
Sul palmo della mani i segni del destino, nello sguardo il recinto dei tuoi desideri.
Libera, silenziosa, bellissima.

Leggi tutto l'articolo