I veri razzisti sono i talebani dell'accoglienza

Dobbiamo essere chiari: gli italiani non sono razzisti, ma rischiano di diventarlo se le istituzioni cretine della sinistra continueranno a parlare della necessità di aprire le porte a cani e porci, senza distinguere tra rifugiati veri e migranti economici, affidandoli a cooperative dedite alla speculazione su questi ignoranti neri senz'arte né parte.
Le città italiane sono invase da individui tribali che, non riuscendosi a integrare (ma forse nemmeno vogliono integrarsi) finiscono per rubare, spacciare, violentare, rendendo la vita difficile agli italiani che già devono fare i conti con la delinquenza italica. E' ovvio che in questo modo dilagano insofferenze e antipatie verso i forestieri.
L'Italia è piena zeppa di gente diversamente colorata che complica la vita dei residenti anziché semplificarla. Residenti che già non navigano nell'oro, che pagano le tasse allo Stato e poi sono costretti a vedere lo Stato spendere quelle tasse non per migliorare i servizi pubblici, ma per andare...

Leggi tutto l'articolo