II Domenica di Avvento (C) Dal deserto alla pianura

Seconda domenica di Avvento
Bar 5,1-9; Sal 126 (125); Ef 1,4-6.8-11; Lc 3,1-6
Dal deserto alla pianura
Luca, per presentare l'inizio della predicazione di Giovanni, parla di un tempo individuato attraverso la presenza di imperatori, governatori, tetrarchi e sommi sacerdoti (Lc 3,1-2). In tal modo egli ripropone lo spirito storiografico che aveva contraddistinto l'incipit del suo Vangelo nel quale dichiarava di aver compiuto «ricerche accurate su ogni circostanza» al fine di scriverne «un resoconto ordinato» (Lc 1,3). L'elencazione è però solo l'involucro non il messaggio. I potenti sono nominati per svolgere una funzione puramente cronologica. I grandi della terra sono ridotti a foglietti di un calendario. Più importante di loro è Giovanni che predica in un remoto angolo di un piccolo deserto. «La parola di Dio» (Lc 3,2) - espressione profetica ignota agli altri Vangeli - venne sul figlio di Zaccaria e non su di loro. La fede dichiara la parola più decisiva della autorità, del potere e...

Leggi tutto l'articolo