III Domenica di Quaresima (C) Ancora per quest'anno

III Domenica di Quaresima
Es 3,1-8.13-15; Sal 103 (102); 1Cor 10,1-6-10-12; Lc 13,1-9
Ancora per quest'anno
Gesù rimprovera la propria generazione; essa sa distinguere i segni metrologici che preannunciano l'arrivo della pioggia o del caldo ma è incapace di valutare «questo tempo (kairòs)» (Lc 12,54-56). Il «tempo opportuno» a cui allude Gesù è quello nel corso del quale occorre produrre buoni frutti.
Alcuni riferiscono a Gesù una notizia (Lc 13,1). È simile a quella che ascoltiamo anche oggi: un luogo di culto diviene sede di una strage, un manufatto crolla e provoca molte vittime. Sono questi accadimenti a essere segni dei tempi? Il fatto che capitino da sempre tende a escluderlo. La reiterazione storica è implacabile. A escludere l'ipotesi che il sangue dei Galilei o il crollo della torre di Siloe siano segni è quanto detto da Gesù stesso. Secondo le sue parole quegli eventi rientrano nella pura sfera dell'accadere. Il segno sta non nel fatto che avvengano disgrazie, bensì nel modo ...

Leggi tutto l'articolo