IL CAMBIAMENTO IMPOSSIBILE

Forse, da qualche tempo, Forza Italia puzza di cadavere.
Non un’iniziativa che sia suonata convincente, non una posizione politica che sia sembrata avere un futuro: solo uno stanco attendere qualche novità positiva che non si è fatto nulla per propiziare.
Lo stesso Berlusconi sembra sopravvivere a sé stesso, cosa che si vede, pressoché comicamente, nel fatto che è finito anche l’antiberlusconismo.
Infine plana su tutto la sensazione che il voto per Forza Italia possa essere un voto sprecato.
E non parliamo dell’ “Altra Italia” che non si sa nemmeno se esista.
E uno si sorprende a chiedersi: “Ma Berlusconi che aspetta a godersi i suoi soldi e la pensione?” In realtà, in ballo c’è molto di più del destino di Forza Italia: potrebbe essere in gioco il quadro politico generale.
Soprattutto dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, l’Italia è stata caratterizzata dalla dicotomia destra-sinistra.
Che del resto è una dicotomia eterna, in quanto contrappone conservazione e innovazione, realism...

Leggi tutto l'articolo