IL CAPITALE UMANO

                                              Lui è Paolo Virzì,regista di film come Ovo sodo,Tutta la vita davanti,La prima cosa bella.
Alcuni lo definiscono:l’erede di Monicelli e Risi.
Nei suoi film racconta l’evoluzione e l’involuzione della società italiana.
I leghisti ,senza aver visto il film,lo hanno attaccato ,ma si sa loro non vanno oltre il “va pensiero”,i cori delle valli bergamasche e l’Alberto da Giussano.....
per il resto sono tabula rasa! Virzì racconta la crisi del capitalismo,la spregiudicatezza di una certa finanza ,che con i suoi comportamenti perversi ad alto rischio,ha “giocato” sulla pelle della collettività,portando allo sfascio l’economia reale con la sicurezza di “farla franca”.
Un altro film “il gioiellino” di Andrea Malaioli,ispirato al crak Parmalat,aveva toccato il tema della finanza degli squali.
Ambientato in una fantomatica cittadina brianzola(in realtà è girato a Varese),Virzì sviluppa lo stesso episodio centrale visto da 3 punti di vista.
Nulla è come sembra! Due famiglie: i Bernaschi,ricchi e intoccabili, e gli Ossola che appartengono alla classe media.
Tre figure femminili: Carla (Valeria Bruni Tedeschi)borghese mite e annoiata,con un passato d’attrice.
Roberta (Valeria Golino) solare,saggia,dolce,lavora in una Asl come psicologa.
Serena (Matilde Gioli) una ragazza concreta che al viziato Massimiliano Bernaschi,preferisce Luca,il perdente,orfano,povero e pieno di problemi,ma dolcissimo nella sua fragilità.
Due figure maschili: Bernaschi (Fabrizio Gifuni),cinico e arrogante.
Dino Dossala (Fabrizio Bentivoglio) cialtrone,opportunista,privo di dignità.
“ I padri del film sono meschini e autocentrati:perseguono le loro ambizioni e non si accorgono delle esigenze dei figli,del deserto che stanno lasciando.
E’ il ritratto della nostra realtà,di quello che non ha fatto l’Italia per i giovani” (Paolo Virzì).
La pochezza morale dei maschi adulti e la solitudine disperata di Serena,Massimiliano e Luca,un affresco spietato su cui riflettere! Il film è tratto dal libro di Stephen Amidon : “ Il capitale umano”.
A questo film voglio associare una canzone di Faber.
                                      Mazzacurati Ieri è morto un regista che è ricordato per un solo film “Il toro” (Leone d’argento  1994),in realtà ha girato altre pellicole,tra i documentari ricordo tre ritratti-intervista fatti da Paolini (Mario Rigoni Stern - Meneghello - Zanzotto) con la regia di Mazzacurati.
Il film che voglio [...]

Leggi tutto l'articolo