IL CASO DEL GIORNO, «MI HA UBRIACATO, SI È SPOGLIATA PER VENDERMI LA FERRARI DA 160MILA EURO»

LA VENDITRICE CHE FA LA DIFFERENZA «Sono stato raggirato dalla venditrice che ha usato il proprio fascino sessuale per farmi acquistare una Ferrari Scaglietti 612 da 160mila euro.
Mi ha ubriacato e poi si è spogliata e io ho firmato il contratto, ritenendo fosse solo una proposta d’acquisto.
La prova? La venditrice ha lasciato i suoi slip nella mia vettura»: pentitosi d’aver speso 160mila euro per la Ferrari, un imprenditore, 42enne di Vazzola, ha cercato in questo modo di annullare il contratto.
Ha messo per iscritto le sue lamentele e le ha spedite via fax alla "Campello Motors spa" di Tessera (venezia). Un’imprudenza che gli è costata carissima.
Assistita dall’avvocato Fabio Capraro, la venditrice lo ha denunciato penalmente per diffamazione e lo ha citato in giudizio, davanti al giudice civile, chiedendogli i danni.
Il giudice civile di Conegliano (Treviso) Francesco Sartorio ha ritenuto fondate le richieste della donna e ha condannato l’imprenditore di Vazzola a risarcirla: 15mila euro per i danni morali.

Leggi tutto l'articolo