IL CELLULARE

di Letizia Carletti
 
    Bianchi, neri, gialli, variopinti, ultra-leggeri, con foto-camera o senza, dotati di suoneria polifonica, palmari, con accesso a internet, accesso WAP…
Si potrebbe continuare all’infinito e scoprire che ne esistono così tanti modelli tutti diversi da poter riempire un elenco interminabile.
 
    Ma qual è questo aggeggino così popolare di cui oramai neanche i bambini possono più fare a meno?
E’ SICURAMENTE IL TANTO AMATO CELLULARE, o telefonino, sì perché anche nella denominazione c’è una vasta gamma di scelta (c’è addirittura chi lo chiama “CITOFONO” per indicare i modelli più vecchi e ormai fuori moda).
All’inizio la tecnologia sembrava averci fatto un altro bel regalo dopo i telefoni fissi e poi i cordless: un altro utilissimo strumento di comunicazione portatile da sostituire alle cabine telefoniche e alle loro spiacevoli e antipatiche sorpresine (cabine guaste che non accettano le monete o peggio ancora che non le restituiscono, o peggio ancora guaste e b...

Leggi tutto l'articolo