IL CERVELLO - PARTE 2°

sono le 19.44 del 10/03/2011   buona sera, ho ricevuto un commento con una domanda, arriverò anche a quello, ma andiamo a tirare un po' le fila, come nasce? UNIVERSO, COSMO, TEMPO, SPAZIO ecc.
--> movimento - vibrazioni - frequenze - radiazioni --> scontri incontri = atomi ATOMI (solo 118 elementi classificati, gas, minerali, chimici) --> scontro incontro = molecole (es.
H2O, acqua) MOLECOLE (in particolare H2O) --> scontro incontro --> cellula, organismo unicellulare prendiamo con semplicità quanto ho esposto, il movimento è continuo, ogni elemento cerca spazio e tende a creare un suo spazio, come nelle guerre dove ci sono combattimenti, dove il vincitore si appropria delle spoglie del vinto, lo assoggetta, quando non lo elimina, anche le nostre cellule hanno il medesimo comportamento, pare sia una carateristica universale, avevo raccontato come l'organismo unicellulare, vuoi per eccesso adiposo, vuoi per la stupida convinzine di riperpetuarsi, inizia a dividersi e moltiplicare, iniziano le prime schermaglie quando si urtano, finchè non avviene la decisione di unirsi (vedi alleanze strategiche) inizia così la nuova generazione pluricellulare, ad ogni combattimento il vincitore acquisisce esperienze e capacità dal vinto, sicchè le specie si dividono, mutano, teniamo presente che hanno però tutte la medesima radice di appartenenza, quindi nel caso di esseri viventi avremo degli embrioni il nostro signorotto continua a combattere cerca sempre di prevalere e incamera spoglie degli avversari, si può ipotizzare un cervello primordiale, con l'andar del tempo si affatica e a un bel momento decide di servirsi dei vinti asservendoli al suo volere a sua volta questi saranno soggetti al mantenimento in vita del signorotto, a lui cosa serve? 1° uno degli elementi base ovvero ossigeno, 2° altro elemento base una molecola acqua, come trasportare in unica soluzione questi 2 elementi ed anche una certa nutrizione? ha notato che cibarsi di parte degli avversari lo rende più forte e longevo quindi miscelando il tutto genera un liquido che noi chiamiamo sangue, usa cellule assoggettate per fare una pompa, stà aumentando di dimensioni ed ecco un primordiale cuore, nel contempo mantiene la decisione di perpetuarsi e moltiplica le sue cellule, riesce a stabilirsi ormai un legame una certa coordinazione e con questa nuove necessità, serve molto ossigeno quindi si prendono dei vinti e li si obbliga ad un certo tipo di lavoro e nascono i polmoni, ogni specie lavora nel suo regno ma ormai le basi primordiali ci sono, forse potremmo [...]

Leggi tutto l'articolo