IL CIELO DI AGOSTO

Eventi principali: 1 Agosto:        Eclissi totale di Sole 16 Agosto:     Eclissi parziale di Luna Sole Si trova nella costellazione dei Cancro fino al giorno 10, quando fa il suo ingresso nel Leone.
La durata del giorno diminuisce di 1 ora e 14 minuti dall’inizio del mese.
Pianeti Posizione dei pianeti Mercurio: mese da dimenticare per l’osservazione dell’elusivo pianeta.
Sempre molto vicino al Sole, tramonta meno di un’ora dopo la nostra stella.
Rimane per tutto il mese estremamente basso sull’orizzonte occidentale, confuso tra le luci del crepuscolo serale.
ATTENZIONE: se si usa uno strumento ottico per osservare il pianeta, NON inquadrare MAI il Sole se non si è dotati di apposito filtro.
Ciò comporterebbe danni irreparabili alla vista! Venere: la posizione di Venere è molto vicina a quella di Mercurio, ma data la luminosità enormemente superiore, le possibilità di riuscire a scorgerlo ad Ovest poco dopo il tramonto del Sole sono molto superiori.
Il pianeta percorre per intero la costellazione del Leone e raggiunge la Bilancia.
  Marte: il pianeta rosso è ormai osservabile, dopo il tramonto del Sole, per un intervallo di tempo molto breve che a fine mese si riduce a meno di un’ora.
Guardando verso l’orizzonte ad Ovest e prendendo a riferimento il luminoso Venere, possiamo individuare Marte alla sua sinistra, poco più in alto.
  Giove: dei 5 pianeti visibili facilmente ad occhio nudo, il gigante gassoso è l’unico osservabile per la maggior parte della notte.
Nelle prime ore della sera brilla sull’orizzonte a Sud-Sud-Est, culmina a Sud nella prima metà della notte, per poi abbassarsi verso Ovest.
Si trova nella costellazione del Sagittario, dove rimarrà per tutto l’anno.
Saturno: il signore degli anelli va a completare il gruppo di pianeti difficilmente osservabili durante l’arco del mese.
Tramonta subito dopo il Sole e si mescola tra le luci del crepuscolo serale.
  Urano: periodo molto favorevole per Urano, essendo prossima l’opposizione al Sole che avverrà il mese prossimo.
In condizioni favorevoli all’osservazione, usando uno strumento ottico (anche un buon binocolo) appare come un oggetto di colore blu/verde, di magnitudine 5.7.
Urano sta attraversando la costellazione dell’Acquario.
  Nettuno: precedendo Urano di qualche giorno, ecco che il giorno 15 di questo mese Nettuno si troverà in opposizione al Sole, una configurazione ottimale che consente di osservarlo per l’intera notte.
Mentre il Sole tramonta infatti, Nettuno sorge dalla parte opposta della volta [...]

Leggi tutto l'articolo