IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA A MAGGIORANZA IL BILANCIO CONSUNTIVO PER IL 2009

  Pignataro Maggiore - Nel corso della seduta di ieri, che aveva all’ordine del giorno soltanto due punti, gli uomini di Alleanza Civica al gran completo hanno votato compatti per il documento finanziario, nonostante l’indebitamento del Comune sia salito a 4 milioni di euro.
Tra le file della minoranza sono arrivate le critiche dei consiglieri comunali Cuccaro e Del Vecchio, i quali hanno stigmatizzato l’eccessivo indebitamento dell’Ente e l’incapacità di riscuotere i cosiddetti “residui attivi”, determinando un preoccupante equilibrio instabile delle casse comunali.Il consiglio comunale nomade di questo quinquennio si è ritrovato ieri pomeriggio presso l’aula magna dell’istituto scolastico “Luigi Martone”, dopo essersi “fermato” per alcune sedute nella sala musicale dell’associazione “Amici della Musica”.
 Il presidente del consiglio comunale Scialdone, dopo aver dichiarato aperti i lavori, ha voluto porgere gli auguri del civico consesso al consigliere Valente, diventato padre per la seconda volta.
A seguito dell’approvazione dei verbali delle sedute precedenti, il consiglio si è concentrato sull’unico tema all’ordine del giorno: l’approvazione del bilancio consuntivo per il 2009.
  La presentazione del documento contabile è stata effettuata dall’assessore Pietro Fucile, il quale si è soffermato sul brillante lavoro che l’amministrazione avrebbe compiuto per far quadrare i conti del Comune, nonostante le mille difficoltà finanziarie del momento e la negativa congiuntura internazionale.
Subito dopo è intervenuto il capogruppo di minoranza Cuccaro, il quale ha bollato come “cattiva” l’amministrazione finanziaria dell’Ente.
Secondo il consigliere comunale, infatti, il bilancio 2009 è caratterizzato da tutta una serie di sprechi.
Dalla serie di ordinanze sindacali fatte indebitamente – a detta di Cuccaro – che hanno costretto il Comune a versare qualcosa come circa 150mila euro alla società Cosmer, al costo delle rate di ammortamento per i 14 mezzi utilizzati per la raccolta dei rifiuti ( acquistati dalla Pignataro Patrimonio srl con i soldi dell’Ente ), fino ai 100mila euro versati alla HydroEco per la manutenzione del depuratore; molte ‘voci’ del documento, secondo il capogruppo, dimostrerebbero l’allegra gestione delle pubbliche casse.
  Inoltre, Cuccaro ha rilevato che la Pignataro Patrimonio srl ( che su un bilancio complessivo di 4 milioni di euro del Comune, “assorbe” più di 1 milione di euro ) effettuerebbe abusivamente la raccolta dei [...]

Leggi tutto l'articolo