IL DEFAULT IN FONDO AL TUNNEL.In conclusione, l’Italia non può puntare sulla stagnazione, ma è obbligata a scegliere la crescita. In caso contrario rischia non una lunga e felice esistenza senza scosse, ma il default, cioè il crollo.

IL DEFAULT IN FONDO AL TUNNEL.Chi è contro la Tav, vuole un paese che non cresce. Con più disoccupati e un debito più alto.
Il primo tunnel che attraversa le Alpi risale addirittura al 1707. Era cortissimo: 64 metri. Ma allora si scavava tutto a mano, a colpi di piccone e poi bisognava portare fuori a braccia i pezzi di roccia. I primi tunnel erano molto rudimentali e molto insicuri. Solo recentemente sono state introdotte aree di sosta e, in qualche caso, la circolazione alternata per evitare incidenti.
Sono più di trecento anni, insomma, che si forano le Alpi per consentire i collegamenti con il resto dell’Europa anche nelle stagioni invernali innevate. Questo a dimostrazione del fatto che i collegamenti con il resto del Continente sono sempre stati considerati fondamentali.
In nessun caso si sono registrate le polemiche di questi mesi sul traforo della Val di Susa. Anzi, in genere queste opere venivano festeggiate con cerimonie perché consentivano la crescita dei commerci e degli...

Leggi tutto l'articolo