IL DERBY CASERTA-AVELLINO, NEL POST PARTITA..

  Qui Caserta-Questo il commento,di coach Dell'Agnello:"Dispiace venire a far sempre la parte dello sconfitto, ma tant’è.
Andiamo sempre sotto di 10-15, è successo con Venezia, Reggio Emila ed anche  purtroppo con Avellino.Abbiamo bisogno di un quarto per cominciare a giocare a ritmo gara, perchè durante la settimana non riusciamo mai a ricrearl, perche’ siamo contati.
Non è una scusa ma è un oggettivo dato di fatto.
Non è un caso che l’unica partita che abbiamo vinto è quella con Pesaro, quando abbiamo giocato contro una squadra con un roster simile al nostro.
Ovvio che dobbiamo partire meglio, come farlo è al momento una bella domanda.
Non abbiamo tirato sempre con lucidita’ e abbiamo commesso qualche errore di troppo, ma ora guardiamo avanti e alla trasferta di Brindisi ”.
Qui Avellino- Questo il commento di Pino Sacripanti, al termine della gara: “La partita è andata come ci aspettavamo.
Nei primi 20 minuti abbiamo giocato molto bene, prestando particolare attenzione a non fermare mai la palla.
Caserta ha tanta fisicità, sapevamo che ci avrebbe messo in difficoltà e abbiamo pagato soprattutto con i rimbalzi offensivi. Nel terzo quarto Bobby Jones è stato incredibile, mentre noi siamo stati meno bravi a muovere il pallone e così siamo finiti sotto.
Poi, però, abbiamo reagito da squadra dura e abbiamo segnato canestri importanti.
La cosa che mi fa piacere è che l’abbiamo vinta in difesa, in un palazzo caldissimo.
Faccio i miei complimenti a Caserta, che ha gettato il cuore oltre l’ostacolo e per avere giocato con grande intensità.
Nel terzo quarto non c’è stato nessun incubo, in ogni timeout ripetevo ai miei ragazzi che avremmo vinto questa partita.
Non credo che noi siamo migliori degli altri, ma abbiamo dimostrato di saper giocare di squadra e questo ci ha permesso di andare avanti.
Per quanto riguarda i singoli, ho parlato tutta la settimana con Leunen, è stato bravo ad incrociare e a non farsi attaccare, però Jones è un giocatore che ha grande voglia ed ha fatto una partita pazzesca”.
 

Leggi tutto l'articolo