IL GATTO: UN AMICO “RUFFIANO”

Ed ora vi chiederete tutti: di che cosa si parlerà in questo articolo? Ebbene, dato che nella mia stanza c’è sempre un via vai di scatole, scatolette, libri e altre cianfrusaglie che girano in questo infinito buco nero, non riuscivo a trovare la mia musa ispiratrice; ma come resistere a una musa con i baffi e a quattro zampe? E finalmente, dopo aver esposto il problema al mio caro gattino ho intenzione mettere sul web la sua vita, i suoi modi di fare, la sua giornata tipo, ma penso in generale quella di ogni gatto.
Qual è il primo pensiero di un gatto? Penso che ogni padroncino abbia notato che i gatti conoscono perfettamente il significato della parola “ruffiano”; ogni mattina è sempre lì che aspetta sul tappetino e ti guarda intensamente… Subito credi che voglia salutarti, infatti comincia a strusciarsi sulle tue gambe e tu ingenuamente credi che ti voglia bene; allora lo saluti con un po’ di carezze; scendi le scale e manca poco che lo calci e che lui rotoli come un sacco di patate, ma quando giungi in cucina lui è lì che struscia con la testolina la credenza; apri e prendi i tuoi biscotti.
Richiudi la credenza.
Ma lui è ancora lì.
Dopo che stai per dare in escandescenza capisci che il suo intento è ovviamente assicurarsi un’abbondante colazione all’inglese(che sa essere nella credenza).
E da gentlemen gli offri tutte le risorse alimentari che hai in casa…e ovviamente sceglie pure! Nel frattempo ti accorgi che il latte è sul fuoco da più di cinque minuti e che non hai ancora avuto il tempo di lavarti la faccia.
Allora di fretta e furia versi il cibo nella ciottolina e lui ha ancora il coraggio di assaggiarlo e di andarsene schifato dalla qualità del prodotto.
Conclusione: bevi un latte bollente, ti sei sporcato le mani di quella specie di sughetto e sei in perenne ritardo; mentre lui è appallottolato tra i due cuscinoni del divano che dorme beatamente.
Ma adesso ditemi: i gatti sono conti? Vi ricordate i cartoni dove Tom o di Silvestro cercavano di mangiarsi un bel pesciolino? Quel pesce era normalissimo, invece i nostri amici a quattro zampe gradiscono il branzino in padella con quel buon sughetto, perché al forno è troppo asciutto, la triglia al sugo di pomodoro, orata di giornata, filetto…insomma anche loro hanno gusti…ma che gusti!!!! Mangiare pesce è bene, ma non deve diventare un vizio per un gatto! Come non deve essere un vizio l’ozio…e poi ci auto-critichiamo affermando di essere gli esseri viventi che sprecano la maggior parte del loro tempo…ma ci sbagliamo [...]

Leggi tutto l'articolo