IL GRANDE FRATELLO COME THE MILLIONAIRE, FERDI COME JAMAL

  NON CI CREDEVO MA A VOLTE LA REALTA’ SUPERA LA FANTASIA.
LA FINALISSIMA DEL GRANDE FRATELLO 9 SI APRE CON LA SIGLA FINALE DI “THE MILLIONAIRE” IL FILM CHE HA VINTO BEN 8 STATUINE AGLI OSCAR, LA PRIMA VOLTA PER UN FILM VENUTO “BOLLIWOOD”.
IL FILM MULTIPREMIATO AGLI OSCAR DI DANNY BOYLE RACCONTA LA STORIA DI UN RAGAZZO VENUTO DALLE BARRACCOPOLI DI BOMBAY CRESCIUTO IN FRETTA A CAUSA DI UNA VITA DI SOPRUSI A COMINCIARE , CRESCIUTO PER LA STRADA TRA ESPEDIENTI FIN DA BAMBINO CHE RIESCE AD ARRIVARE PER UN CASO FORTUITO AL FORMAT INTERNAZIONALE “CHI VUOL ESSERE MILIONARIO”, RIESCE A RISPONDERE A TUTTE LE DOMANDE NON PER FORTUNA MA PERCHE’ OGNI DOMANDA GLI RICORDA UN’ESPERIENZA DELLA SUA VITA, QUALCOSA CHE HA IMPARATO VIVENDO PER LA STRADA, NONONOSTANTE L’ANTIPATIA DEL PRESENTATORE CHE CERCA IN TUTTI I MODI DI IMPEDIRGLI DI ARRIVARE ALLA VITTORIA, JAMAI CE L’HA FATTA PERCHE’ “ERA SCRITTO”  CONCLUDE IL FILM  E RIESCE ANCHE A RICONGIUNGERSI ATTRAVERSO IL PROGRAMMA CON LA DONNA AMATA DA SEMPRE CHE IL DESTINO AVEVA SEPARATO PER POI UNIRE ALLA FINE.
JAMAI SI RISCATTA DA UNA VITA DI SOPRUSI PROPRIO COME FERDI.
LA FINALISSIMA DEL GF SI CHIUDE INVECE CON LA FRASE DI FERDI “CREDERCI E MAI ARRENDERSI!!”, HO VISTO UN’ANALOGIA TALMENTE FORTE TRA QUESTE DUE COSE CHE PER QUANTO IL GRANDE FRATELLO SIA UNA TRASMISSIONE CRITICATA DA MOLTI PER IL BASSO LIVELLO CULTURALE NON HO POTUTO FARE  A MENO DI COMMUOVERMI QUANDO FERDI, UN RAGAZZO DI ORIGINI ROM SEPARATO DALLA FAMIGLIA E PORTATO DAL PADRE CON UN GOMMONE IN ITALIA, SEPARATO DALLA FORZE DELL’ORDINE DAL GENITORE AGUZZINO CHE LO COSTRINGEVA A RUBARE ED A FARE COMBATTIMENTI E ‘ STATO POI CHIUSO IN UN ISTITUTO, FACEVA L’AIUTO CUOCO PRIMA DI ENTRARE, VOLEVA STUDIARE MA NON AVEVA I SOLDI PER FARLO, MA  A PRESCINDERE DALLA STORIA AME FERDI PIACE PERCHE’ MI SEMBRA UN RAGAZZO CORRETTO E PULITO COME POCHI, INSOMMA LA SUA VITTORIA, LA VINCITA DI TRECENTOMILA EURO E LA SUA STORIA CON FRANCESCA CRESCIUTA PIANO PIANO COME ACCADEVA UNA VOLTA MI SEBRA L’EPILOGO DI UNA FIABA.
VORREI OSSERVARE ANCHE CHE QUESTA EDIZIONE DEL GRANDE FRATELLO E’ STATA MIGLIORE A MIO PARERE DELLE ALTRE FORSE PERCHE’ TUTTI I PERSONAGGI ERANO FORTI E PORTAVANO TEMATICHE SOCIALI, GERRY NON VEDENTE, SIRIA OMOSESSUALE, STORIE FAMILIARI PARTICOLARI.
CREDO SIA STATA UNA EDIZIONE BEN RIUSCITA PER I PERSONAGGI E POI NON VOGLIO COMMENTARE NIENTE PIU’ MA SOLO FARE TUTTI I MIEI AUGURI A FERDI..E VORREI AGGIUNGERE CHE FORSE DAVVERO DIO NON DIMENTICA NESSUNO!!!

Leggi tutto l'articolo