IL M5S È NATO MORTO

Il partito fondato da Beppe Grillo è utopico e millenaristico, in particolare nella sua ansia di rinnovamento morale, di purificazione e persino di espiazione per gli indegni.
La designazione di “Movimento” che gli è stata imposta, non soltanto lo distingue almeno formalmente dai partiti, ma nel caso specifico è giustificata se pensiamo che movimento corrisponde a “moto”: come si parla di moti del cuore, nel senso di sentimenti.
Esso infatti non ha dietro di sé una struttura ideologica, politica, economica e filosofica (come il marxismo) ma si limita alla rabbia nei confronti del male e al vagheggiamento nei confronti del bene.
Amerebbe tanto far nascere una società nuova, diversa e migliore, ma non ha idea di come fare.
Ciò induce a giudicarlo un assurdo politico.
L’impostazione di base, quella che storicamente si è notata per prima, è una forsennata campagna di moralizzazione.
Dimenticando che l’onestà è un requisito dell’ordinata vita sociale, non un requisito della buona politica....

Leggi tutto l'articolo