IL MIO ALBERO

 
IL MIO ALBERO
Ho raccolto con il vento le foglie cadute quest'inverno  perché ora che è estate  non voglio vedere tracce di tristezza nel mio giardino.  Ho raccolto con il vento le foglie della mia disperazione  da dimenticare con le mie sconfitte di degna perdente  e le inutili vendette imprigionate in ricordi  che devo liberare per non essere ancora bambina  e cominciare a volare.  Voglio essere come un albero che rinasce  dopo un lungo inverno di solitudine  perché il freddo mi ha gelato il cuore  e da peccatrice mi sono lasciata imprigionare.  Voglio ritrovare la mia parte naturale  la sostanza dolce che attraversa le mie viscere  la parte fertile di me.
Indietro

Leggi tutto l'articolo