IL MONDO FINO IN FONDO

  Ci sono film che o li vedo da sola o vado a vederli con mia figlia.
Piccoli film che solitamente non entrano nel circuito delle multisale.
Quando siamo entrate in sala eravamo solo noi due......
 io e Alice.
Film che ricorda il cinema di Soldini (Agata e la tempesta).  Protagonisti: Filippo Scicchitano alcuni lo ricorderanno nel film di Francesca Comencini :”Un giorno speciale” e nel film e  “Scialla” di Francesco Bruni.
Faccia da bravo ragazzo,da ragazzo normale.
Personalmente sono stufa di bellocci con l’aria da bello e impossibile.
Luca Marinelli (il fratello maggiore)  protagonista del film di Virzì “Tutti i santi giorni”.
Penso che questa sia l’opera prima di Lunardelli ,un film semplice che racconta un viaggio di formazione.
Loris,trentenne,un po’ superficiale(il calcio come unico interesse),perfettamente integrato nell’azienda di famiglia,Davide diciottenne alla ricerca di se stesso,incapace di dichiarare la sua omosessualità  al fratello.
Una madre “fuggita” quando Loris e Davide erano ragazzini,fuggita perché incapace di accettare la prigione di una vita di provincia tutta casa/fabbrichetta.
Un padre totalmente assente e scontroso, che non vede affatto di buon occhio questo figlio che gli ricorda la moglie fuggita,un figlio che considera un corpo estraneo.
Andy, un ecologista cileno di cui Davide s'innamora  e ,in un colpo di testa, decide di seguire fino a Santiago.
Un film semplice che racconta anche la bellezza della Patagonia violata da grandi industrie estrattive e dal coraggio di tutti quei ragazzi che militano in Greenpeace.
Nella parte finale un Cile terribilmente squallido dove aleggia l'ombra della passata dittatura.
Il ghiacciaio del Perito Moreno (Argentina) SPLENDIDO!!! Purtroppo i sottotitoli erano incompatibili con lo schermo,quindi la traduzione spagnolo/italiano era affidata a mia figlia!! "Il mondo fino in fondo" Trailer  

Leggi tutto l'articolo