IL PUNTO SUL CAMPIONATO

Primo appuntamento con il calcio giocato, dove i tre punti sono pesanti e prime sommarie indicazioni.
Intanto, mi complimento con chi si ostina a fare iniziare le stagioni agonistiche così presto; i 35° di domenica scorsa nel nostro “stivale”, erano insopportabili sulle tribune.....non voglio immaginarmi in campo.
Non sarebbe meglio iniziare con un paio di settimane di ritardo, magari evitando di fare la sosta natalizia troppo lunga? Passiamo al calcio giocato, quello che ci interessa maggiormente.
Le favorite alla vigilia, o meglio, le più accreditate, rispettano i pronostici; le vittorie casalinghe di Cosenza (2-1 sulla Juve Stabia, con un'autorete e un rigore), Benevento (2-1 sul Gela, con doppio Pintori ex Pisa), Taranto (1-0 sulla Ternana, Rantier) e la squillante vittoria del Foggia di Zeman in quel di Cava dei Tirreni (3-0), pur con alterne prestazioni, danno un primo flebile segnale.
Un dato importante: tranne il Foggia e la nostra Lucchese, tutte le altre sono state vittorie di misura a significare un certo equilibrio ed anche i rossoneri pugliesi hanno sofferto, al di là di quello che numericamente è il punteggio finale; a Cava dei Tirreni hanno passato un'estate bollente, per evitare che il calcio sparisse e la squadra è quella che è.....
Altro dato che salta agli occhi, è la classifica “spezzata” in tre gruppi di sei squadre, vale a dire che delle diciotto contendenti, sei hanno vinto, sei hanno pareggiato e sei hanno perso.
Volendo forzare la mano ad un pronostico, si potrebbe dire che la classifica della prima giornata rispecchia le “fasce” pronosticate alla vigilia dagli addetti ai lavori.
Pareggi interni per Pisa (1-1 contro la Nocerina), Andria (0-0 contro il Viareggio) e Foligno (1-1 contro il Lanciano).
Per i nerazzurri di Cuoghi, ancora in cerca di un paio di elementi esperti (oltre a Christian Amoroso), un buon debutto se si considera che 7/11 della squadra erano debuttanti assoluti tra i professionisti.
Un paio di dubbie situazioni confezionano il risultato, ma la Nocerina non ha rubato assolutamente niente; anche i rossoneri campani sono stati ripescati e stanno “rovesciando” la squadra che nella passata stagione ha fatto un anonimo campionato di Seconda Divisione.
Bene anche il Viareggio di Beppe Scienza che impatta sul terreno di Andria; la giovanissima squadra bianconera ha retto il “fattore campo”, ma questo aspetto desta nel sottoscritto più di un dubbio sul futuro.
Il leit motiv di molte squadre, complice la crisi economica alla quale non sfugge nemmeno il [...]

Leggi tutto l'articolo