IL SOVRANISTA FOLLE Salvini sogna un paese che la Costituzione italiana proibisce. Ma non gli importa, tira dritto come un treno.

La spiegazione più benevola dice che Salvini procede per inerzia: ormai schiavo del suo personaggio, il Truce cattivissimo, non riesce più a fare altro. Quelli meno generosi sostengono invece che è proprio fatto così: uno sbruffone milanese, che piace per quel misto di ignoranza e di iattanza. I più vigili dicono che in realtà Salvini non ha ancora dato il peggio di sé.
E questo peggio altro non sarebbe che portare il disavanzo italiano a livelli tali che ci butteranno fuori dalla Ue e, contemporaneamente, sarà indispensabile mettere mano ai risparmi degli italiani, cioè rapinarli. Non siamo ancora all’oro per la patria, ma non è escluso.
Tutto questo porta a dire due cose. Salvini è certamente l’uomo politico più pericoloso in circolazione e, di fatto, è il capo dei somaristi, di quelli cioè che non sanno niente e sparano scemenze ogni due per tre.
La Ue ci manda a dire che serve un’altra manovra perché il nostro deficit sta diventando eccessivo? E lui risponde con l’idea di altri ...

Leggi tutto l'articolo