IMPARIAMO L'INGLESE.......

Present Simple          E' l'equivalente del nostro presente indicativo.
Mentre in italiano è molto usato, a volte anche per indicare azioni che si sono svolte nel passato (es.: è da tre anni che vengo in vacanza qui) o che avverranno in un futuro anche lontano (es.: fra due anni vado in pensione), in inglese viene usato soltanto in pochi casi, che si possono riassumere così: HABITS, ROUTINES: abitudini, routine,a zioni ripetitive ed invariabili.
Un chiaro sintomo del present simple è dato dalla eventuale presenza di un avverbio di frequenza (sempre, mai, ogni, tutti, ecc.) STATE VERBS: verbi di stato (capire, volere, vedere, ecc.).
Non sono verbi di movimento e non possono prendere la forma ING del present continuous TIMETABLES: tabelle orari dei mezzi di trasporto e delle azioni connesse ad un programma di viaggio.
Ecco la tabella riassuntiva del Present Simple, per i verbi ausiliari (essere, avere) e regolari: Persona TO BE (Essere) TO HAVE (Avere) TO WALK (Camminare) I (Io) AM HAVE WALK YOU (Tu) ARE HAVE WALK HE (Egli) IS HAS WALKS SHE (Ella) IS HAS WALKS IT (Esso) IS HAS WALKS WE (Noi) ARE HAVE WALK YOU (Voi) ARE HAVE WALK THEY (Loro) ARE HAVE WALK Esempio: WHAT DO YOU DO? (Cosa fai di solito, di professione? Non cosa stai facendo!) I AM AN EMPLOYEE (Sono un impiegato)   Present Continuous          E' l'equivalente del nostro gerundio, ma viene usato molto più frequentemente, sostituendo spesso la forma italiana del presente.
Viene usato principalmente nei seguenti casi: ACTION IN PROGRESS: è il caso più simile all'italiano e descrive un'azione che si stà svolgendo nel momento in cui si parla ACTION HAPPENING AROUND NOW: azione che avviene in questo periodo, anche se non in questo preciso istante CERTAIN, IMMEDIATE FUTURE: qualcosa che stà per accadere nel futuro a breve termine e sicura, come il risultato di un programma prestabilito o di piani futuri          La frase si costruisce così: soggetto + verbo essere + verbo-ING nel caso normale, dunque, basta aggiungere il suffisso ING al verbo (es.: CLEAR - CLEARING), ma ci sono alcune eccezioni: verbo che finisce per E: la E sparisce, es.
LEAVE - LEAVING verbo che finisce per IE: IE viene sostituito da Y, es.
LIE - LYING monosillabi che finiscono per consonante preceduta da una sola vocale: la consonante viene raddoppiata, es.
RUN - RUNNING bisillabi, nei rari casi in cui l'accento cade sulla seconda sillaba: anche in questo caso viene raddoppiata la consonante, es.
BEGIN - BEGINNING alcuni verbi (modali) non prendono la forma in ING [...]

Leggi tutto l'articolo