IMU esenta da IRPEF in Dichiarazione Redditi

La novità scaturisce dall' introduzione dell’IMU, la tassa comunale sostituisce l’IRPEF , è sempre indeducibile e può comportare l’esonero completo dalla Dichiarazione per i contribuenti che hanno solo redditi immobiliari.
Questo è quanto contenuto nella Circolare 5/E 2013 dell'Agenzia delle Entrate.
Esenzione IRPEF Secondo il Dlgs 23/2011, l’IMU sostituisce l’IRPEF «per la componente immobiliare, l’imposta sul reddito delle persone fisiche e le relative addizionali dovute in relazione ai redditi fondiari relativi ai beni non locati».
Per cui l'esclusione dalla base imponibile IRPEF, che ha effetto sulla determinazione del reddito complessivo e delle deduzioni e detrazioni rapportate al reddito complessivo, «salvo che non sussista un’apposita disposizione che preveda l’obbligo di tenere conto del reddito escluso a determinati fini, quali, ad esempio, la verifica della spettanza di benefici fiscali».
Non sono assoggettati a IRPEF e addizionali neanche i fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all’art.
9, comma 3-bis, del dl 557 del 1993, ubicati nei comuni montani o parzialmente montani, anche se esenti da IMU (art.
9, comma 8, del d.lgs.
n.
23 del 2011).
Si paga solamente l’IMU anche per gli immobili inagibili (che per questi immobili è ridotta del 50%).
Niente esenzione IRPEF né IMU Ci sono redditi in relazione ai quali non si produce l’effetto di sostituzione e che, quindi, continuano ad essere assoggettati alle ordinarie imposte erariali sui redditi.: reddito agrario di cui all’articolo 32 del TUIR, redditi da immobili di soggetti passivi IRES redditi fondiari diversi da quelli cui si applica la cedolare secca, redditi fondiari da immobili non produttivi ai sensi dell’articolo 43 del TUIR.
Si paga l’IRPEF anche in caso di : redditi da terreni in affitto per usi non agricoli (redditi diversi).
indennità di occupazione (art.
35, comma 6, del Dpr 327/2001).
redditi da immobili esenti IMU, come i terreni incolti in aree montane o di collina (art.
7, comma 1, lett.
h, dlgs 504/1992).
Casi particolari Immobile locato per parte del periodo d’imposta: Con cedolare secca, l’IMU sostituisce l’IRPEF per la parte di periodo d’imposta in cui l’immobile non è locato, per il resto si applicano le regole della cedolare secca.
Senza cedolare secca – l’IMU sostituisce l’IRPEF sul reddito fondiario per il periodo di imposta in cui l’immobile non è locato, mentre per la restante parte il reddito fondiario è soggetto a IRPEF e addizionali calcolate con le [...]

Leggi tutto l'articolo