IN RICORDO DI CHICO MENDES

Il 22 dicembre 1988 veniva assassinato Chico Mendes, sindacalista, difensore dei diritti umani e della biosfera, amico della nonviolenza.
Nato nel 1944, operaio nell'attività estrattiva del caucciù, sindacalista dei seringueiros, militante del Partito dei Lavoratori, difensore ecologico dell'Amazzonia, premiato dall'Onu per il suo impegno, e per il suo impegno fu assassinato.
  UNA SERA DI CHICO MENDES       (del"Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo) "Ho combattuto la buona battaglia, ho terminato la mia corsa, ho serbato la fede" (2 Tm 4, 7) La selva e nella selva l'altra selva quella nei laghi neri del cuore quella ove incontri lupe, leoni, lonze e i killer prezzolati dai padroni.
La selva e nella selva vivi gli alberi e sotto la corteccia il sangue loro ed è mestieri di cavarne stille, fratelli alberi, abbiamo fame anche noi.
La selva e nella selva gli abitanti della selva.
Ed ecco stabiliamo un patto nuovo tra noi della foresta, fratelli umani che dopo noi vivrete.
La selva e noi, le donne antiche e gli uomini antichi e gli uomini e le donne che eccoci.
Stringiamo un patto, sorelle piante, ci diciamo parole di rispetto e di dolore, fratelli alberi abbiamo fame anche noi, hanno fame anche altri, tutti vogliamo vivere.
La selva e nella selva io Chico Mendes e tre proiettili che passo dopo passo di ramo in ramo di talento in talento dal portafogli e dalla scrivania fino alla tasca e alla cintura e alla fondina è tanto che mi cercano, e cercano me Chico Mendes, il sindacalista l'amico della foresta, l'amico della nonviolenza.
Ed è già questo ventidue dicembre del mille novecento ottantotto questa è la porta di casa mia, sono le cinque e tre quarti.
E mi sotterreranno nel giorno di Natale antica festa.
Piangono nella selva lente lacrime di caucciù le piante, piange l'indio piange Ilzamar, Sandino ed Elenira piangono e piangono i compagni tutti, il sindacato piange e piange il cielo in questa sera senza luce e senza scampo.
Mentre mi accascio guardo ancora il mondo che possa vivere ho fatto la mia parte.

Leggi tutto l'articolo