INCONTRO MONDIALE DELLE FAMIGLIE - VI CATECHESI PREPARATORIA -

Sesta catechesi I COMANDAMENTI DELLA LEGGE DI DIO1.
Canto iniziale.
2.
Preghiera del Padre Nostro.
3.
Lettura biblica: Mt 19,16-22.
4.
Lettura dell'insegnamento della Chiesa: Al giovane ricco che chiede: "Che cosa devo fare di buono per ottenere la vita eterna?", Gesù risponde richiamando la necessità di riconoscere Dio come "il solo Buono" e come la sorgente di ogni bene.
Poi aggiunge: "Se vuoi entrare nella vita, osserva i comandamenti: non uccidere, non commettere adulterio, non rubare, non testimoniare il falso, onora tuo padre e tua madre" e conclude: "Ama il prossimo tuo come te stesso" (Mt 19,16-19).
Di conseguenza, seguire Gesù Cristo implica l'adempimento dei suoi comandamenti: "Non chiunque mi dice: Signore, Signore, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio" (Mt 7,21).
I comandamenti sono contenuti nel "Decalogo", che significa letteralmente "dieci parole".
In esso è riassunta e proclamata la legge di Dio.
Per questo motivo, il Magistero della Chiesa insegna che è necessaria l'osservanza dei Dieci Comandamenti per ottenere la salvezza, dal momento che enunciano i doveri fondamentali dell'uomo verso Dio e verso il prossimo e rivelano, nel loro contenuto essenziale, delle obbligazioni gravi; per esempio, la protezione e l'inviolabilità della vita, il rispetto della mutua donazione coniugale indissolubile ed il dovere della procreazione e della educazione dei figli...
I comandamenti assumono il loro pieno significato all'interno della Nuova Alleanza; perché è in questo contesto di corrispondenza alla fede di Dio che l'operare dell'uomo acquista il suo significato.
Così, l'esistenza morale è "risposta" all'iniziativa d'amore del Signore, espressa nella sua Alleanza: è riconoscimento, omaggio e cooperazione al piano che Dio persegue nella storia.
Per questo, i Comandamenti devono essere contemplati non soltanto come precetti, ma anche come una gioiosa possibilità di rispondere alla volontà di Dio.
I primi tre enunciano le esigenze dell'amore di Dio e gli altri quelle dell'amore del prossimo.
Ci insegnano la vera umanità dell'uomo, cioè mettono in luce i doveri essenziali e, quindi, i diritti fondamentali inerenti alla persona umana.
Sebbene di per sé la mente umana possa raggiungere la conoscenza di questi comandamenti, tuttavia, a motivo della sua condizione di peccato, l'uomo ha bisogno della Rivelazione di Dio per conseguire una conoscenza completa e certa di questa legge naturale.
L'atteggiamento di rispetto religioso nei confronti della Legge di Dio da parte dei [...]

Leggi tutto l'articolo