INFARTO DA SUPERLAVORO

INFARTO DA SUPERLAVORO: DANNO BIOLOGICO E IRRILEVANZA  CONCAUSE
 
Cass. sez. lav., 11 settembre 1997, n. 8267 - Pres.  Panzarani - Est.  Guglielmucci - La Venuta c. Ente autonomo Fiera del Levante di Bari.
 
Tutela dell'integrità fisica e della personalità morale del lavoratore - Art. 2087 c.c. - Obblighi del datore di lavoro - Criteri - Eccessivo carico di lavoro - Effetti - Comportamento dei dipendente - Rilevanza - Limiti.
 
L'attività di collaborazione cui l'imprenditore è tenuto nei confronti dei lavoratori a norma dollari. 2087 c.c. non si esaurisce nella predisposizione di misure tassativamente imposte  dalla legge, ma si estende  all'adozione di tutte le misure che si rivelino idonee a tutelare l'integrità psico-fisica del lavoratore.  Ne consegue che anche il mancato adeguamento dell'organico aziendale (in quanto e se determinante un eccessivo carico di lavoro), nonché il mancato impedimento di un superlavoro eccedente - secondo le regole di comune esperienza - la normale toll...

Leggi tutto l'articolo