INTER-CESENA 3-2

MENO UNO (PIU' CINQUE, MENO SEI.
E' ALGEBRA) Chissà cosa penserà Mourinho, dopo settimane di dichiarazioni cripto-gay sul suo Leonarduccio, dei cambi Obi-Biabany e Cordoba-Pandev (col Cesena in dieci).
Scherzi a parte, alla quinta partita in 13 giorni la nuova Inter ha scoperto che va bene l'entusiasmo eccetera eccetera, ma a giocare tanto ci si stanca.
E quindi va bene così.
Non avevo Orociok e ho ripiegato su un Danette crema di cioccolato e su alcune ciambelle con gocce di cacao che avranno vanificato i 13 km di stamattina a zero gradi con ripetute nel nebbione, una sciccheria.
Certo, se mi rimpinzo di surrogati di Orociok per un'Inter-Cesena, la sera del derby cosa faccio, mi ingollo un profitteroles intero bignè dopo bignè al ritmo di Poldo Sbaffini? Comunque tutto mi fa pensare positivo.
Anche fare i fenomeni venti minuti, poi beccarsi due gol da ciùla e poi recuperare e poi soffrire, ecco, mi ha fatto riassaporare certe partite mourignane, quando qualsiasi cosa succedesse si dava per scontato che non avremmo mai perso.
Se c'è qualcosa di cui preoccuparsi, a questo punto, direi di concentrare le nostre paturnie sulla difesa.
Vabbe', stasera c'era un Matrix in grande anti-spolvero, ma le statistiche ci debbono inquietare.
Con questa fanno dieci gare consecutive di campionato in cui subiamo gol.
Nell'Inter che riprende vigore questa è la caratteristica decisamente meno mourignana.
Dieci partite di fila con almeno un gol sul groppone.
Sapete da quando manca Samuel? Da undici.
E comunque è la quinta vittoria di fila di Leonardo e la quarta vittoria di fila in campionato.
Negli ultimi dieci giorni abbiamo recuperato sette punti al Milan.
Mi ero imposto di non fare bilanci prima di Inter-Cesena e quindi, ora che lo faccio, questo primo bilancio mi piace assai.
Adesso abbiamo il secondo step: la serie di partite fino a Fiorentina-Inter, il secondo recupero.
Resettiamo tutto, niente seghe, e iniziamo con la stessa voglia questo secondo campionatino che dura un mesetto e in cui - ora che abbiamo sfruttato molto bene il primo recupero - ci rigiochiamo tutto.
Udinese, Palermo, Bari, Roma, Juventus, Fiorentina: tutto nei prossimi 28 giorni.
Verso le ore 23 di mercoledì 16 febbraio vediamo come siamo messi.

Leggi tutto l'articolo