INTERVISTA A BRIAN COBURN

  Intervista a Brian Coburn direttore della Comunicazione di Obama for America in Michigan, a margine dell’evento : ”Discussioni sull’Economia con Barack Obama”.
Flint, MI, Mott College, 8 settembre 2008.
 Come mai tutta questa attenzione di Obama per il Michigan? “Obama è già venuto molte volte qui e tornerà molto spesso nei prossimi due mesi, il Michigan è uno stato importante che può decidere le elezioni e segnare la leadership.
Qui John  Kerry qui nel 2004 ha vinto di per tre punti 51 a 48 contro Bush, i due candidati sono stati così vicini e pensiamo che lo saranno anche quest’anno, ma con l’economia ridotta in queste condizioni dagli anni di Bush crediamo che i lavoratori del Michigan porteranno Obama alla vittoria".
Qual è il tuo lavoro qui quando Obama è da altre parti? "Io sono lo stratega  della comunicazione in Michigan.
Qui abbiamo uno staff di 200 persone che svolge per lo più lavoro di strada coinvolgendo le persone bussando alle porte, registrando elettori, reclutando volontari, io in particolare mi occupo delle comunicazione con la stampa e mi assicuro che abbiano tutte le informazioni che riguardano la campagna, che possano avere le notizie sulla campagna, parlare con le persone e i delegati che supportano Obama, parlare con i grandi elettori, i supporter per essere sicuro che la stampa locale abbia accesso alla campagna in maniera quotidiana".
E’ la tua prima esperienza in campagna elettorale sembri molto giovane? "No attualmente è la mia terza campagna presidenziale: ho lavorato per la campagna di Kerry è quella di Al Gore; sono più di dieci anni che lavoro per le campagne elettorali democratiche e da tre anni in Michigan".
Qual è la differenza che vedi tra questa e le campagne precedenti? "Beh c’è molto entusiasmo, ogni campagna elettorale americana è piena di entusiasmo ma non ne ho mai visto tanto come in questa, niente di simile all’eccitazione che avvolge il senatore Obama durante la sua campagna.
Questo per due ragioni: la prima è che gli anni di George Bush fanno sperare in una nuova direzione; la seconda è che il senatore Obama è un candidato unico  con tante qualità uniche, che riesce  a riscaldare anche la gente del Michigan come tutta la Nazione".
Come mai eventi così piccoli? Solo duecento persone nella palestra del college di Flint.
"Cerchiamo di fare un mix di tutti i tipi di eventi, a Battle Creek sempre in Michigan una settimana fa abbiamo fatto un evento con  17mila persone.
Questa di Flint è una cosa diversa più rivolta alla comunità per [...]

Leggi tutto l'articolo