INTERVISTA AD AXELROD (seconda parte)

Video inviato da In_viaggio_con_Obama     Come giudica il dibattito di venerdì scorso? "Io credo che si siano stati motli attacchi personali da parte di Mc Cain, ma non so perché poi Mc Cain si sia sentito in imbarazzo a guardare negli occhi Obama, eivitando di incrociare il suo sguardo per tutto il dibattito".
Obama è sembrato un po’ infastidito dagli attacchi personali: “non capisci”, “sei ingenuo”, perché non ha reagito? "Non ha reagito perché non si può perdere tempo nel rispondere ad attacchi personali quando due persone che vogliono diventare presidente hanno la possibilità di parlare in diretta a milioni di americani.
Questo paese  ha dei problemi molto seri che vanno risolti in fretta e con chiarezza senza perdere un minuto di tempo in cose che non interessano gli elettori".
Steve Schmidt, portavoce e stratega di Mc Cain, era felice del fatto che Obama per undici volte nel corso del dibattito abbia dato ragione a Mc Cain… "Sono felice che Steve dia tanto significato e importanza ai giudizi di Obama, ma quello che è successo è che negli argomenti più importanti per il nostro Paese Obama ha dato una visione di cambiamento strategico e le differenze sono chiare: middle class, dare opportunità..." Obama nel dibattito non ha mai usato il suo cavallo di battaglia la parola cambiamento.
E’ stata una scelta strategica? "Obama non ha bisogno di parlare ancora di cambiamento perché lui rappresenta realmente il cambiamento per il nostro Paese.
Mc Cain che se ne è appropriato è costretto a ripeterlo per convincere gli elettori, ma non credo che gli americani su questo gli daranno credito".

Leggi tutto l'articolo